Perle della Settimana: L’apologia del nazismo di Forza Nuova, l’Antonio Razzi tradito e il buonista Salvini

Perle della Settimana

Il tweet pazzesco di Riccardo Iaccarino, esponente di Forza Nuova, che ritiene sensato lo sterminio degli ebrei condotto dai nazisti durante la II Guerra mondiale, Antonio Razzi tradito da Berlusconi e Salvini argine al razzismo. Ecco le nuove Perle della Settimana. Venghino siori venghino, al peggio non c’è mai fine. Buona lettura e serena domenica.

1° classificato: Riccardo Iaccarino, Forza Nuova

Riccardo Iaccarino, candidato alle elezioni politiche per Forza Nuova, il partito neofascista guidato da Roberto Fiore, ha risposto così a un tweet di Nicola Fratoianni che ringraziava il capo dello Stato per aver fatto un gesto di riconoscenza verso gli ebrei italiani che subirono una atroce e insensata persecuzione razziale da parte di nazisti e fascisti:

“Perche’ ”insensata”? Guardi gli ebrei al comando del mondo di oggi dove ci stanno portando. Ah scusi dimenticavo… lei non e’ italiano, e’ per la dittatura del proletariato, non le interessano le sorti di questa Nazione”. (20 gennaio 2018)

2° classificato: Antonio Razzi

L’ex senatore Antonio Razzi escluso dalle candidature di Forza Italia (25 gennaio 2018):

“Candidano gente che l’ha tradito: questa è la fine del Parlamento… Quando ho saputo tramite la stampa della non ricandidatura ho pensato a una bufala: tra uomini che valgono ci si parla prima di far sapere certe cose dai giornali. Bastava dire “hai lavorato male” o “non ho posto per te”. Cosa farò? Boh, se lo chiede anche mia moglie. I miei figli sono all’estero, e lei è preoccupata perché mi ha visto sempre attivo e impegnato. Comunque aspetto la valutazione finale degli esperti del mio partito: spero che facciano davvero gli esperti… C’è tempo fino a lunedì, e visto che non mi ha chiamato nessuno io spero ancora che qualcuno possa aver apprezzato il mio lavoro e il mio essere sempre in mezzo alla gente e tra i giovani. Senza regali o regalini”.

Da leggere: Dieci ragioni per non votare Silvio Berlusconi

3° classificato: Matteo Salvini

Le parole pronunciate ai microfoni di Morning Show, su Radio Padova, dal leader della Lega, Matteo Salvini (23 gennaio 2018):

Io razzista? No, assolutamente. Razzismo significa sentirsi superiori a qualcuno. Io non mi sento tale… I vescovi ce l’hanno con la Lega e l’accusano di essere razzista? Rispondo con assoluta pacatezza, chiedendo un confronto al portavoce dei Vescovi italiani a cui spiegherò che la Lega, come ormai agli italiani è evidente, è l’unico argine al razzismo. Lo chiamerò io, un candidato premier ha piacere a fare questo gesto”.