Vittorio Sgarbi e il suo vitalizio da 9mila euro al mese

Vittorio Sgarbi vitalizio

Vittorio Sgarbi prende il vitalizio? Certo che si! E quanto si intasca? Un bel gruzzoletto da dieci anni. 

Vittorio Sgarbi “vitaliziato” da 10 anni

Il critico d’arte, storico dell’arte, politico italiano, ex sindaco di Salemi nonchè opinionista televisivo Vittorio Umberto Antonio Maria Sgarbi (Pli/Pdl) percepisce un vitalizio, con 25 anni di anzianità alla Camera, di 9mila euro al mese, maturato a soli 54 anni. Vitalizio che percepisce dal 2007, dieci 10 anni, per un totale di 600mila euro incassati.

E si perché l’età pensionabile per gli ex parlamentari in generale è di 65 anni, però è possibile ricevere il vitalizio se ti sei seduto sui banchi del parlamento prima del 1996. Così stabilisce la legge del ’97. E per finire ci sono ulteriori anticipazioni in base alle legislature maturate.

Da leggere: La porno Vitaliziata “Cicciolina” Ilona Staller

Il vitalizio usato per mantenere i figli

In una vecchia intervista Sgarbi dichiarò che:

“Grazie al vitalizio posso mantenere tre figli. Io non vedo una sola lira di quei danari. I soldi che ho di pensione sono direttamente versati dal Parlamento ai miei tre figli, per cui la loro sopravvivenza dipende da quello. Il vitalizio è ingiusto perché il parlamentare è una funzione di rappresentanza temporanea e non dovrebbe essere considerato come un lavoro. Ma rinunciare al vitalizio per chi già ce l’ha sarebbe un gesto alla Celentano”.

La cosa meravigliosa è che i figli continueranno ad avere il vitalizio anche se Sgarbi dovesse morire. Il motivo? La pensione dei parlamentari si eredita.

Da leggere: Vitalizi aboliti, forse

Vittorio Sgarbi Vs il M5S e il taglio dei vitalizi

Vittorio Sgarbi ai microfoni de La Zanzara (Radio24) si è scagliato contro i grillini e ha detto la sua sul diritto alla pensione per i parlamentari:

I grillini non valgono nulla e dovrebbero fare i parlamentari gratis. Meglio il vitalizio a uno che vale come me, meglio il vitalizio a uno che ha un minimo di capacità. Molti grillini prima di entrare in Parlamento non avevano un lavoro, avevano reddito zero, hanno avuto il culo di avere il lavoro grazie ai voti di Grillo. Non rompano i coglioni con questa storia del vitalizio”.

Il vitalizio è ingiusto ma me ne fotto di quello che pensate voi capre, io ho il mio e me lo tengo stretto….. Buona rendita Vittorio Umberto Antonio Maria.


Commenti

  1. […] conta decine di fortunati: Arnaldo Forlani, Vittorio Sgarbi, Renato Altissimo, Giancarlo Cito, Aldo Brancher, Massimo Abbatangelo, Gianni De […]