Politici e bugie: Professionisti della menzogna

professionisti della bugia

I professionisti della politica altro non sono che professionisti della bugia. Una proliferazione tumorale di menzogne. La caratteristica principale di questi professionisti della bugia è la quasi totale assenza di una coscienza morale.

A volte le bugie servono per farsi eleggere, a volte per farsi rieleggere, altre volte per superare l’avversario politico di turno o per recuperare voti e non essere scaricati, in un momento di grave crisi, dal proprio partito. Molto spesso semplicemente per nascondere la verità ed ottenerne un vantaggio. Una consolidata strategia di marketing politicoImbrogli privati e menzogne pubbliche.

Secondo Kant, la bugia è il peggiore dei peccati, perché su di essa non si può costruire niente. Se ti mento (anche pensando di farlo per il tuo bene) è perché presumo di poter controllare il tuo futuro.

La politica è diventata una macchina di bugie

La bugia è uno straordinario strumento di potere, un’arma. Una menzogna è una contro-verità che arriva a destinazione, una menzogna raggiunge il suo scopo quando la vittima è ingannata.

Parafrasando una celebre frase di Indro Montanelli:Il politico è un mentitore professionale: mente a tutti, sempre, anche a se stesso, al punto da credere alle sue stesse menzogne…“.

Per essere sicuri di avere davanti una qualche verità bisogna rivolgersi ai gatti, ai cani, agli alberi, alle stelle. Ovviamente anche la crisi economica per certi versi è una bugia. Se ne parla come se fosse un problema di tutti e invece riguarda una parte della società. Quelli che stanno in Parlamento non sono certo in crisi.

Da leggere: I mezzi di persuasione dei politici

Chi ha il naso più lungo: Berlusconi, Grillo, Salvini o Renzi?

Ormai dovremmo essere consapevoli che quando andiamo a votare, o ascoltiamo le balle dei politici le promesse fatte non verranno mantenute.
politica e bugie
Eppure magicamente veniamo sempre ingannati. Forse forse, forse siamo un popolo di creduloni? La morale è che abbiamo i politici che meritiamo. Una Kakistocrazia.

“Io dico sempre cose sincere, anche perché non ho memoria e dimenticherei le bugie. Come ci si può fidare di chi usa la menzogna come mezzo della lotta politica? La gente deve fidarsi solo di chi dice la verità” (Silvio Berlusconi, 2-3-94)

Appunto….


Commenti

  1. […] qualche illusione necessaria per tenerci in carreggiata. Ci intortano continuamente. Sono professionisti della bugia. E noi lì, zitti ad ascoltare e a non capire questa tecnica essenziale della scienza politica […]