Gratta e Vinci: “Il Miliardario Maxi”, quali sono le probabilità di vincita?

Il Miliardario Maxi, probabilità di vincita

Secondo l’indagine Eurispes i Gratta e Vinci sono tra i giochi d’azzardo più amati dagli italiani. Il 31,8% ci gioca almeno una volta all’anno, qualche volta al mese il 21,3% e spesso il 10,5%, con un 3,9% che gioca anche più di una volta alla settimana. Nel 2016 gli italiani, malgrado crisi e problemi economici, si sono giocati quasi 96 miliardi di euro (nel 2015 erano stati 88,2 mld) tra scommesse, lotterie, giochi istantanei, slot, bingo e lotto.

Evidentemente tutti si ricordano la canzoncina “Ti piace vincere facile?“ oppure “Vinci spesso, vinci adesso“. Invece la realtà è molto diversa come spiega l’Avvocato Osvaldo Asteriti, da anni impegnato a denunciare gli inganni del Gratta e Vinci. È sempre il banco che vince. In questo caso il banco sono lo Stato, le aziende concessionarie e i gestori.

“Il Miliardario Maxi”, il grande inganno

Puntare 20 € con la possibilità di vincere 2.000.000, potrebbe sembrare a molti un rischio ragionevole, a patto di sapere quanto vale questo rischio, cioè quante probabilità ci sono di vincere quei due milioni.

La domanda ha una sua ragionevolezza e meriterebbe di ricevere una risposta, cosa che nel gioco d’azzardo non avviene, preferendo i monopoli giocare la carta della pubblicità suggestiva, invece della comunicazione informativa, così da ottenere dai giocatori un consenso disinformato.

Probabilità di vincita o di perdita?

La possibilità di puntare 20 € con la speranza di vincere due milioni, è contenuta nella lotteria istantanea “Il Miliardario Maxi“, il cui il biglietto costa 20 euro e mette in palio 4 premi da 2.000.000 di euro. Quale sia la probabilità di vincerli, invece, è una domanda a cui è difficile dare una risposta.

Inutile cercarla sui tagliandi dove pure, per legge, dovrebbe essere indicata. Sul retro dei biglietti de “Il Miliardario Maxi”, la probabilità di vincita, calcolata “per fascia di premio”, cioè complessivamente per i premi superiori a € 10.000, compresi i premi da due milioni, viene indicata in “un biglietto vincente ogni 720.000”. In realtà, la probabilità di vincere un premio da 2.000.000 è un biglietto ogni 9.360.000, 13 volte più bassa.

Come sperare di trovare, a occhi chiusi, il biglietto vincente, cercandolo insieme agli abitanti delle Marche, dell’Abruzzo, dell’Umbria, della Calabria, del Friuli Venezia Giulia e della Liguria.
percentuale biglietti vincenti gratta e vinci
Visitando il sito dei monopoli, si scopre che la lotteria “Il Miliardario Maxi” distribuisce come primo lotto 37.440.000 biglietti, di cui 12.511.464 sono biglietti vincenti. Quanto si vince con questi biglietti è un’altra storia, a cui i monopoli preferiscono non dare evidenza, almeno non sui tagliandi.

Forse perché quasi il 60% di quei biglietti “vincenti” (59,84%) non è affatto … “vincente”, riconsegnando ai giocatori l’importo della giocata, per indurlo a riprovarci nuovamente.

Con un artificio matematico, i monopoli dividono i biglietti distribuiti per la somma di tutti i biglietti vincenti, così da ottenere un risultato molto basso, che indica una probabilità di vincita più favorevole, ne “Il Maxi miliardario”, un biglietto vincente ogni 2,99.

Calcolando, invece, la probabilità di vincita relativamente a ciascun premio, si ottiene un risultato molto diverso da quello indicato per i premi considerati tutti insieme: da un biglietto vincente ogni 5, per i “premi” di importo pari al prezzo del biglietto, fino a uno ogni 9.360.000, per i premi di importo più elevato.

L’indicazione della probabilità di perdita sarebbe sicuramente più evocativa. Nella lotteria in esame, la probabilità di perdita è un biglietto “perdente” ogni 1,5, elevatissima, ogni tre biglietti, due sono perdenti.

Inoltre, se è vero che un biglietto su tre contiene un premio, è altrettanto vero che di questi un biglietto su 5, restituisce il prezzo della giocata, 20 euro, uno su 15 contiene un premio da 40 euro, il prezzo di due biglietti, diminuendo man mano la probabilità di vincita con l’aumentare dell’entità del premio. La probabilità di vincere un premio da 1.000 euro è un biglietto ogni 1.500, fino ad arrivare al premio da 2 milioni, con una a probabilità di aggiudicarselo pari a un biglietto vincente ogni 9.360.000.

Per approfondire: La truffa legalizzata del “10eLotto”

Conclusioni

Giocare centinaia di euro all’anno per avere lo 0,0000133% di vincere il primo premio nel tagliando “Il Miliardario Maxi”, è da ingenui e da consumatori di gioco d’azzardo per niente responsabili.

Quando si vuole acquistare un biglietto del Gratta e Vinci, quindi, bisogna considerare che è più facile finire nella schiera di chi perde piuttosto che in quella di chi vince. Se non si tratta di una vera e propria truffa, ci andiamo molto vicini.

Vuoi perdere facile? Continua pure a giocare con i Gratta e Vinci.