Tutti gli strafalcioni di Alessandro Di Battista, il Principe delle gaffe

Alessandro Di Battista gaffe

Dizione da bottega teatrale, enfasi da teen-drama, viso da ragazzo della porta accanto, tutto sudamerica, moto e piazza. Ecco Alessandro Di Battista è il Principe delle gaffe.

Alessandro Di Battista e le sue gaffe

Alessandro Di Battista non si ricandida alle prossime elezioni. Lo ha annunciato durante una diretta Facebook sulla sua pagina. Cosa vi mancherà di più del Dibba? A noi queste memorabili gaffe, vere e proprie perle ai porci. Ricordiamolo così.

1) Durante l’interrogazione al ministro dell’Interno Minniti sul tema migranti Di Battista (M5S) ha confuso Austerlitz – teatro della celebre battaglia vinta da Napoleone – con Auschwitz: “Macron piace a tutti quanti voi come se fosse Napoleone ma almeno quello combatteva sui campi ad Auschwitz e non nei cda delle banche d’affari…”. (19 novembre 2017)

2) Alessandro Di Battista su Francois Hollande. Nel corso del dibattito in Aula sulla Libia, il parlamentare M5S ha definito l’ex presidente della repubblica francese “premio Nobel”: “Oggi una deputata del Pd, la Quartapelle, definisce, parole sue, “intervento affrettato e pieno di errori”. Ed è stato avallato da tutti voi e anche da Forza Italia piegandosi ai diktat di Sarkozy, del premio Nobel Hollande e di Napolitano…”. (02 agosto 2017)

3) Alessandro Di Battista in tv, difendendo la posizione dei 5 Stelle sul referendum del 4 dicembre, scivola sulla Costituzione approvata, dice, “a suffragio universale nel 1948”, mentre ad essere votata fu l’Assemblea costituente che dopo un anno e mezzo di dibattiti e discussioni approvò la Carta. (11 novembre 2016)

4) Nel giorno in cui la maggioranza chiede al governo di mettere la fiducia sul Rosatellum bis per blindarlo, Alessandro Di Battista arringa la piazza sbagliata e viene contestato dagli ex Forconi di Pappalardo: “Grazie, grazie di essere qui, siete voi la nostra forza, noi siamo qui per voi….”. Ma gli arrivano fischi e addirittura parole come “abusivo, esci dal palazzo”. Sono quelli dell’ex generale Pappalardo che accusano tutto il Parlamento di essere “abusivo” e quindi anche i 5 Stelle perché anche loro sono stati eletti con il Porcellum. (14 ottobre 2017)

5) “Non esiste una città che vanta oltre tremila anni di storia come Roma al mondo”. (17 luglio 2015)

6) Il New York Times nel 2015 ha inserito una ridicola affermazione di Di Battista, detta dal palco del Circo Massimo per la festa M5s di ottobre 2014, tra le balle dell’anno: “Nigeria, vai su Wikipedia: 60% del territorio è in mano ai fondamentalisti islamici di Boko Haram, la restante parte Ebola“. Super Dibba Di Ballista.

7) “In Grecia cittadini disperati si iniettano il virus dell’Aids per prendere il sussidio”. (Ottobre 2014)

8) Il 20 agosto 2017 Di Battista sta girando un video alla pescheria di Catania, come sempre supportato dal suo entusiasmo per la vita reale e la bellezza della semplicità. A un tratto però ad Alessandro viene chiesto di spostarsi perché sta oggettivamente intralciando proprio quel fermento umano che tanto ama. “Giovanotto, spostati“, dice il ragazzo, con una spontaneità esilarante che renderà video e frase virali.
Giovanotto spostati Alessandro Di Battista
9) Agosto 2014: “L’obiettivo politico (parlo dell’obiettivo politico non delle assurde violenze commesse) dell’ISIS, ovvero la messa in discussione di alcuni stati-nazione imposti dall’occidente dopo la I guerra mondiale, ha una sua logica. Dovremmo smetterla di considerare il terrorista un soggetto disumano con il quale nemmeno intavolare una discussione“. Ad ottobre, dibattendo con una militante, si rimangiò tutto: “Il post sulla necessità di trattare con l’Isis? Ma io pensavo ad Hamas”.

10) “Non riesco ad essere vegetariano del tutto. Riesco a rinunciare alla carne per mesi ma poi, puntualmente, ci ricasco. Ciononostante ho ridotto il consumo considerevolmente ed è un bene dal punto di vista fisico, mentale e politico”. (24 giugno 2014)

11) “Berlusconi ha detto che non sono laureato. Io ho quasi due lauree ed un master in tutela internazionale dei diritti umani e l’ho querelato. Gli ho chiesto centomila euro ma mi accontento di una lettera di scuse dove dice ‘Di Battista vanta dei titoli accademici di tutto riguardo. Mi basta questo. Sarebbe fantastico”. (18 novembre 2017)

12) Il viaggio è un investimento in felicità.

Da leggere: Quanto guadagna Luigi Di Maio?

Video: Alessandro Di Battista e i congiuntivi

Alessandro Di Battista e il congiuntivo, un rapporto difficile. “Noi abbiamo qualche problema con un congiuntivo ma loro con la condizionale”. Lo ha detto il deputato del M5s Alessandro Di Battista il 23 aprile 2017 ad Avenza (Massa Carrara).

Ecco un breve video con le figuracce di Di Battista lo “sgrammaticato”.