Vitalizi politici tedeschi: Ecco come funziona in Germania

Vitalizi politici tedeschi

Vitalizi ai politici in Germania? Semplice, non esistono. I politici tedeschi, infatti, non hanno un vitalizio d’oro, ma una normale pensione come tutti. Non come in Italia dove dopo 4 anni, sei mesi e un giorno i parlamentari hanno diritto a una pensione speciale che ci costa ogni anno la bellezza di 190 milioni. In Germania e in altri 17 Stati europei i vitalizi non esistono!

Vitalizi politici tedeschi: In Germania il vitalizio sostituisce la pensione

In Germania il vitalizio scatta ai 67 anni di età. Tecnicamente, la pensione dei parlamentari tedeschi è una indennità d’anzianità che viene riconosciuta secondo il dettame della Costituzione federale, la quale afferma che essa è pensata per garantire l’indipendenza dei deputati. In pratica, questo vitalizio sostituisce il trattamento pensionistico normale, dato che durante il loro mandato non vengono sostenuti i relativi contributi. Ad esempio, cinque anni di lavori parlamentari fruttano agli onorevoli tedeschi un assegno di oltre 7.600 euro per cinque mesi e una pensione, versata soltanto a 67 anni di età, di 961 euro mensili.

Ricapitolando: In Germania i vitalizi non esistono!

In Germania i politici hanno una pensione normale come tutti. Non ci sono assegni di fine mandato, in Italia esistono eccome, ma un’indennità provvisoria per 18 mesi e il vitalizio è relativamente basso: arriva solo a 67 anni, 961 euro lordi per 5 anni di mandato, 1.917 per dieci e 2.883 euro al 15esimo anno.

La Germania potrebbe essere un modello da imitare? Voi cosa ne pensate? Cosa ne pensano i nostri politici, a parte la finta abolizione del vitalizio, già lo sappiamo.

Da leggere: La porno Vitaliziata: “Cicciolina” Ilona Staller, 2331 euro al mese

W l’Italia, W il vitalizio.