Il vitalizio di Gianfranco Fini: 5.882 euro al mese

vitalizio Gianfranco Fini

All’ex leader di An, tre volte ministro ed ex presidente della Camera, Gianfranco Fini, ogni mese arriva un bel vitalizio da 5.882 euro (35 anni di contributi). Fini è praticamente sparito dalla politica attiva dal 2013 ma si può consolare con una pensione “dignitosa”.

Brutte notizie per il vitalizio di Gianfranco Fini

Se il disegno di legge sull’abolizione dei vitalizi verrà approvato anche al Senato, Gianfranco Fini, dovrà rinunciare ai 5.882 euro incassati finora ogni mese per accontentarsi di circa 3.500 euro netti. Insieme a lui tanti altri dovranno subire questa aggiustatina. Tutto è ora nelle mani e nella coscienza dei senatori. Campa cavallo che il vitalizio cresce.

Gianfranco Fini dovrà, inoltre, anche lasciare entro il 2018 (termine della legislatura) l’ufficio di cui attualmente si serve, come ex presidente della Camera, a Palazzo Theodoli-Bianchelli. In questa legislatura, infatti, è stata approvata un’ulteriore sforbiciata ai benefit spettanti agli ex presidenti di Montecitorio.

Sarà un trauma che si aggiungerà ai noti problemi giudiziari relativi alla casa di Montecarlo.

Fini nel 2011: “Aboliremo i vitalizi”

Però mi ritorna in mente una dichiarazione che Fini fece da presidente della Camera nel novembre 2011:

“Tra qualche settimana la Camera abolirà il vitalizio degli ex parlamentari. Non è la politica che costa sono gli apparati, gli enti e i parlamentari a incidere. In questi 18 mesi accanto alle riforme del Governo le Camere dovranno intervenire per dare l’esempio”. Ecco appunto caro Gianfranco.

W l’Italia, W il vitalizio, W la Casta. E noi paghiamo…