Il cornutone Salvini, la buonuscita di Cattaneo e l’ambito Alfano

perle della settimana

Domenica di quasi agosto. Caldo, sole, mare e “perle della settimana“. Come disse Boccaccio senza perle come faccio? Buona lettura e serena domenica.

1° classificato: Matteo Salvini

“Sono felicemente e serenamente insieme a Elisa, noi viviamo problemi come tante coppie, che risolviamo parlando tra di noi, non sui giornali. Si rassegnino spioni, guardoni, fanfaroni e chiacchieroni. Ho letto in questi giorni tante fesserie, idiozie, cattiverie e bugie”. Matteo Salvini, durante la sua diretta Facebook, parla della relazione con il volto tv Elisa Isoardi, dopo il bacio galeotto della Isoardi ad un altro (21 luglio 2017)

2° classificato: Flavio Cattaneo

“La buonuscita da 30 milioni non ha nulla di scandaloso, ho la coscienza a posto. Io sono un professionista e non un normale manager. Chi mi chiama in azienda lo sa e ci si accorda di conseguenza. Non a caso solo il 10% della mia retribuzione in Telecom (1,2 milioni) è fissa, mentre il 90% è variabile e dipende dai risultati raggiunti… In un’ottica di mercato e di un’azienda privata le regole sono queste, mica la Telecom ha finanziamenti pubblici”. Ecco cosa avrebbe detto ai suoi collaboratori Flavio Cattaneo (La Repubblica 24 luglio 2017)

3° classificato: Angelino Alfano

“Lo dico con tutta la serenità nel cuore. Abbiamo avuto anni molto complessi e difficili. Abbiamo subito e stiamo subendo un pestaggio mediatico. E io avendo guidato questa comunità ho pagato il prezzo piu’ alto, è fisiologico. Oggi noi siamo qui a testimonianza del fatto che ci siamo, ci saremo e che non smetteremo di esserci perchè non smettiamo di credere in quello che abbiamo fatto, noi abbiamo fede profonda nei nostri ideali. Veniamo descritti come se fossimo qualcosa che non c’è ma veniamo trattati come se fossimo l’oggetto piu’ ambito del desiderio altrui. Noi siamo l’ingombro per una partita che riguarda altri. Forza Italia e Pd, vogliono i nostri voti perché Renzi non è sicuro di battere Di Maio e Berlusconi non è sicuro di battere Salvini. Vogliono questi voti per vincere le loro partite”. Il leader Ap e ministro degli Esteri Angelino Alfano, parlando alla Summer School della Fondazione ‘Costruiamo il futuro’ ai Giardini Naxos di Taormina (23 luglio 2017)