La fattoria di Bersani, Malgioglio innamorato e il compleanno fascista

perle della settimana

È domenica. È giorno di nuove “perle della settimana”. Quest’oggi al primo posto troviamo il metaforico Bersani, al secondo un Malgioglio inarrestabile e al terzo posto un compleanno “particolare”. Buona lettura e serena domenica.

1° classificato: Pierluigi Bersani 

“Adesso leggo che la prossima ricetta per la crescita sarà quella di sforare il deficit e promettere meno tasse a tutti, più crescita e meno debito. Se volete ve la traduco in tre lingue. In inglese è: win, win, win. In italiano: godimento cosmico. E poi c’è la metafora: il maiale è tutto di prosciutti… Meglio il tacchino del piccione. Lo dico a tutti i miei compagni: non accontentatevi del piccione in mano, andiamoci a prendere il tacchino”. Pierluigi Bersani in un’intervista oggi al Fatto Quotidiano (20 luglio 2017)

2° classificato/a: Cristiano Malgioglio

“Qualche anno dopo mi sono tinto i capelli di rosso, volevo essere bella e sensuale come Rita Hayworth, non ci sono riuscito, in compenso ho fatto scandalo in famiglia. Mia madre continuava a dire a mio padre: ‘Vedrai che nostro figlio cambierà’. Poi ho tappezzato la mia stanzetta con le foto di Montgomery Clift, che amavo tantissimo. Questa volta fu mio padre a dire a mia madre: ‘Non ti preoccupare, nostro figlio è omosessuale’. Mio padre l’aveva intuito, mia madre, nella sua ingenuità, no… Io ho davvero perso la testa per Mauro Icardi. È dolce, stupendo. Diciamo che gli argentini sono i più belli del mondo. Quanto sarebbe stato bello toglierlo alla moglie Wanda Nara. Che fortuna quella donna…”. Cristiano Malgioglio intervistato da Novella 2000 (23 luglio 2017)

3° classificato: Il compleanno fascista

Una grigliata, qualche bicchiere di vino e saluti romani con orgoglioso braccio destro teso. Una torta con croce celtica, scritte “Boia chi molla” e “Auguri Massimiliano”. Eccolo il 48esimo compleanno con panna al sapor fascista di Massimiliano Oggiano, ex consigliere comunale a Brindisi fino al febbraio 2016 oggi molto vicino a Forza Italia, nonché insegnante presso un istituto superiore. Da sempre Oggiano indossa una collanina con la croce celtica, cosa che ha sempre fatto anche in consiglio comunale. “Era una festa privata. A casa mia faccio quello che mi pare. Tra l’altro, non sono stato io a pubblicare quelle foto. Il resto è stato captato da altri. Ma direi che la questione va limitata alla sfera privata”, commenta Oggiano (21 luglio 2017)