Perle della settimana: Alfano immortale, killer Renzi e i ricchi barboni

perle della settimana

Il meglio deve ancora venire, il peggio è sempre puntuale. Buona domenica con le perle della settimana.

1° classificato: Angelino Alfano

Matteo Renzi è un serial killer. Ma non riuscirà a governare con Silvio Berlusconi. Noi siamo persone responsabili, siamo stati leali con te per tre anni. Ti abbiamo sostenuto anche nei momenti di grande difficoltà, ci siamo pure intestati la sconfitta del referendum costituzionale e ora questo è il tuo ringraziamento per la nostra generosità e lealtà. Matteo sei scorretto e ti illudi che potrai governare con Berlusconi: non avrai la maggioranza sufficiente. In questo momento così delicato non si vota per la legge elettorale, ma si vota lo scioglimento delle Camere e io non capisco l’impazienza del Pd di portare l’Italia al voto tre o quattro mesi prima in piena legge di stabilità. Rivolgo un appello al Pd prima della loro Direzione: pensino all’Italia e al danno che questa impazienza di rientrare a Palazzo può fare all’economia”. Angelino Alfano (30 Maggio 2017)

2° classificato: Matteo Renzi

“Se dopo anni che sei stato al governo, hai fatto il ministro di tutto, non riesci a prendere il 5%, è evidente che non possiamo bloccare tutto per questo. E comunque, è un fatto positivo che i piccoli partiti rimangano fuori”. Matteo Renzi a Porta a Porta, riferendosi ad Alfano (31 Maggio 2017)

3° classificato: Francesco Facchinetti

“Siamo appena usciti da un locale bellissimo, abbiamo mangiato e bevuto. Accanto a noi c’era un personaggio famoso, anche lui ha mangiato e bevuto. Poi ha chiesto lo sconto. Ma non ti vergogni? Barbone. Questo è per tutti quelli famosi che chiedono lo sconto o le cose gratis: siete dei barboni. Guadagnate un sacco di soldi e chiedete lo sconto? Mi fate schifo”. Francesco Facchinetti in un video pubblicato sulla sua pagina Instagram (4 giugno 2017)