La truffa legalizzata del “10eLotto”

Non giocate al 10eLotto

Il “10eLotto” è l’ennesima invenzione dello Stato studiato a tavolino per creare dipendenza. Il “10eLotto” è il miglior amico dei malati d’azzardo. Estrazioni che si susseguono a distanza di 5 minuti, per tutto il giorno. Innescando così il tipico meccanismo compulsivo di chi gioca alle slot machine e ai gratta e vinci. Il giocatore perde sempre (per indovinare 10 numeri le probabilità sono di 1 su 30.963.246). Questo gioco infame arricchisce soltanto lo Stato e i loro concessionari. Non giocate, evitate di tassarvi ulteriormente e volontariamente. E’ giunta l’ora di cominciare a fare prevenzione parlando chiaro, parlando di limiti quantificabili e non di “fuffa” che finge di dare avvertenze, ma in realtà confonde e probabilmente ha il solo scopo di evitare denunce per danni provocati dal gioco d’azzardo.

“Il 10eLotto è uno dei giochi d’azzardo dotati di maggiore potenzialità lesiva tra quelli offerti dai monopoli, capace da solo di mettere a repentaglio la salute dei giocatori, con la ripetitività ossessiva e la frequenza delle sue 228 estrazioni al giorno, una ogni 5 minuti, che vengono trasmesse su monitor piazzati presso i tabaccai.

Il 10eLotto nasce nel 2009 come formula opzionale e complementare del lotto, per giocare al 10eLotto insomma era necessario giocare al lotto, secondo due modalità, immediata o collegata alle estrazioni del lotto. Importo di giocata minimo € 0,50 e massimo 10, con premio massimo fissato a 500 mila volte la posta. (vincita massima, come per il lotto, € 6 milioni).

Era prevista inoltre, per stimolare opportunamente il rigioco, e “fidelizzare” i giocatori, un certo numero di “premi istantanei”, uno ogni 14 giocate a livello nazionale, che restituiva … 1 volta la posta, cioè la puntata. Una chiara induzione a rigiocare. Il pay out veniva fissato al 50% delle poste di gioco.

Già nel 2010, il 10eLotto si svincolava dagli angusti limiti del gioco del lotto, con le sue tre estrazioni settimanali, e veniva riconosciuto come modalità autonoma del gioco del lotto, con l’aggiunta di una modalità di estrazione, ad intervallo di tempo dalle 7 alle 24 ogni 5 minuti, con un totale massimo di 204 estrazioni al giorno, passando così da 3 estrazioni settimanali a … 1.428.

L’importo minimo della giocata veniva raddoppiato, passando a un euro, mentre veniva prevista la possibilità di giocate multiple, fino ad un massimo di 20 concorsi, (quando era “collegato” al gioco del lotto, il limite era fissato in 6 concorsi), l’importo massimo della giocata fissato in € 200 e il premio massimo portato a un milione di volte la posta, sempre con il limite dei 6 milioni.

A conferma che la dipendenza rappresenta la vera chiave di volta nel successo del gioco d’azzardo, nel 2011 il numero massimo di concorsi successivi su cui puntare in una volta sola viene elevato a 50 (250 minuti, più di quattro ore) e la raccolta di gioco viene aumentata di due ore, resa quindi possibile dalle 5 alle 24 di tutti i giorni, con un massimo di 228 estrazioni giornaliere.

Intanto nel 2012, per il 10eLotto con modalità di estrazione frequente viene introdotta la possibilità di stampare per le 50 giocate un unico scontrino, per agevolare i giocatori e farli aspettare di meno, come chiarito ipocritamente dal provvedimento.

Infine, pochi giorni fa, è stato emanato l’ultimo provvedimento, almeno finora, che ha determinato che ” L’importo complessivo dello scontrino emesso per più concorsi consecutivi per la partecipazione al 10eLotto in modalità frequente, dato dal prodotto della posta di gioco per singolo concorso per il numero totale dei concorsi richiesti, non può essere superiore a euro 1.000,00.

Due ultime notazioni: la raccolta del 10eLotto on line, con estrazione ogni 5 minuti, è effettuata dalle ore 0,00 alle ore 24 di tutti i giorni della settimana, mentre né sulle schedine, né sugli scontrini di gioco, compare ancora oggi l’indicazione della probabilità di vincita, obbligatoria dal gennaio 2013, in forza di quanto disposto dal decreto Balduzzi.

Come dice la pubblicità, quella con Totti, “10eLotto, questo sì che è un gioco“, sì ma d’azzardo”. Asteriti Avv. Osvaldo


Commenti

  1. […] Per approfondire: La truffa legalizzata del “10eLotto” […]