L’Uomo Qualunque del 2016: I Social Network

I Social Network hanno tolto qualsiasi freno inibitore, non ci sono più filtri e con la scusa della democrazia sembrano fatti apposta a tirar fuori gli istinti peggiori della gente in un crescendo continuo di arroganza e cattiveria pura in un delirio di onnipotenza e impunibilità.

Il primo Social Network nasce nel 1997 e si chiamava sixdegrees.com. Dopo 20 anni si può dunque giungere alla conclusione che i Social Network sono un imbroglio. L’imbroglio del 2016. Stare sui “Social” non significa comunicare. L’obiettivo di molti è quello di mostrarsi, non di comunicare.

Pensate a tutto il tempo perso in questi anni a stare dietro agli aggiornamenti di stato degli amici, dei politici, dietro ai video virali, alle notizie bufale, ai cuoricini, ai buon compleanno ai vari inviti di giochini e alle richieste di amicizia di donnine dell’Est che cercano proprio te.

In Italia secondo la ricerca Digital più di 37,5 milioni di persone sono connesse, e 28 milioni di utenti sono attivi dei Social Network. Cosa succederebbe se nel 2017 tutti ci cancellassimo dai Social? Avanti twitta qualcosa…. intanto anche se ti cancelli dai social comunque la tua identità digitale rimarrà nei loro server.

I social media hanno cambiato le nostre vite. Per sapere chi siamo davvero dovremmo disconnetterci tutti. Basta premere un tasto ed è fatta.


Commenti

  1. […] è l’uomo che guarda la televisione, che legge (poco) i giornali e che smanetta (molto) sui Social Network, che prende un caffè al bar, che va al cinema a natale, che sopravvive facendo debiti e fa la […]