Cari italiani e care italiane nel 2017 basta parole

“Cari italiani e care italiane non volevo introdurmi nell’intimità della vostra casa, ma il mio silenzio sarebbe stato male interpretato”. Sono le parole ormai celebri con cui Sandro Pertini, nel 1978, si rivolge alla nazione. Un anno duro per l’Italia colpita dal terrorismo che ha ucciso Aldo Moro e molte altre persone.

Io invece da Uomo Qualunque ho deciso di non scrivere nulla, di stare in silenzio. Tramite questo blog anche quest’anno ho scritto abbastanza. Non abbiamo più bisogno di sermoni, ma abbiamo bisogno di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo. Siamo finalmente rovinati: cos’altro vogliono da noi gli autori di tutti i nostri mali? Tutti sono colpevoli tranne la gente comune, cioè noi.

Allora cari italiani e care italiane oggi sto zitto e vi auguro semplicemente un 2017 di serenità e di tranquillità.

Questo è il discorso di fine anno dell’Uomo Qualunque. Buon 2017, spero di rimanere a farvi a compagnia!

Buon Anno a noi ribelli!