Perle de Revolución

fidel-castro-frasi

Fidel Castro, quarantasette anni al potere, il record del discorso politico più lungo al mondo è suo (sette ore e quindici minuti), una serie infinita di apparizioni pubbliche e discorsi che resteranno per sempre impressi nell’immaginario popolare. Parafrasando lo stesso Fidel Castro in occasione della morte di Hugo Chavez: “Volete sapere chi era Fidel Castro? Guardate chi lo piange e guardate chi festeggia la sua morte, e lo saprete”.

Ecco alcune sue frasi famose.

“Compirò 90 anni presto. Sarò come gli altri. Verrà il tempo per tutti noi, ma le idee dei comunisti cubani rimarranno come prova che su questo pianeta, se si lavora con fervore e dignità, si possono produrre materiali e beni culturali di cui gli esseri umani hanno bisogno. È necessario combattere senza mai rinunciare”.

“Condannatemi. Non importa. La storia mi assolverà”.

“Operai e contadini, questa è la rivoluzione socialista e democratica degli umili, con gli umili e per gli umili”.

“Quando ero ragazzino mio padre voleva che io fossi un bravo cattolico e che io mi confessassi tutte le volte che avevo pensieri impuri sulle ragazze. Così ogni sera io diventavo rosso a confessare i miei pensieri. Così successe una sera, e poi un’altra sera, e così via. Dopo una settimana decisi che la religione non era fatta per me”.

“Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni epoca e in ogni circostanza, ma mai, senza lotta, si potrà avere la libertà”.

“Cuba non si oppone alla ricerca di una soluzione alle differenze storiche con gli Usa, ma nessuno si aspetti che cambi la sua posizione o ceda nei suoi principi. Cuba è e continuerà ad essere socialista. Cuba è e continuerà ad essere un’amica dell’Unione Sovietica e di tutti gli Stati socialisti”.

“Non sono interessato al potere, né prevedo di assumerlo. Tutto ciò che farò è essere sicuro che i sacrifici di così tanti compatrioti non rimarranno invano, qualunque cosa il futuro mi riserverà”.

“Non ho nessun dubbio che il nostro popolo e la nostra rivoluzione lotteranno fino all’ultima goccia di sangue per difendere queste e altre idee che saranno necessarie per salvaguardare questo processo storico”.

“Starò con voi, se lo vorrete, per tutto il tempo che sarò convinto che possa essere utile, e se prima non lo deciderà la natura. Né un minuto prima, né un secondo dopo. Ora comprendo che il mio destino non era venire al mondo per riposare alla fine della mia vita”.

Non vi dico addio. Spero di combattere come un soldato delle idee”.

“Nessun vero rivoluzionario muore invano”.