Brexit, provare per credere

Brexit-borse

“Ohhhh, Brexit ha distrutto le Borse eh? Miliardi di soldi sfumati nel nulla… Ho appena sentito un giornalista con anelli e collane a Rete 4 “Dalla Vostra Parte” dire che ste cifre sono borotalco, soldi inesistenti, bufale raccontate per terrorizzare noi fessi, e che bisogna guardare a ben altro.
Chi è sto pazzo? Ha ragione?
Qualcuno si ricorda Black Monday nel 1987? Le Borse di Australia, Hong Kong, USA, Gran Bretagna e Canada, crollarono dal 47% al 22,5%, il più grande crash della Storia moderna.
Abbiamo forse visto 3 milioni di morti di fame a Toronto sepolti in fosse comuni? O 32 milioni di americani affogati mentre tentavano sui barconi di fuggire in Europa? Hong Kong è oggi una discarica dove vendono banane e mangiano umani?
No.
Con Brexit sti crolli (insignificanti) di Borsa sono stati molto inferiori. E notare: dopo Black Monday nel 1987, in due anni tutto era a posto come prima.
Giusto per informare.
E ah! Brexit ha dato una sberla di 3.900 miliardi di dollari al portafoglio dei multimiliardari del mondo. Non male.
E ah! Sapete quale Mercato UE è uscito più ricco da Brexit ieri? Ma quello inglese ovvio. Bè quel giornalista l’aveva detto. ;))
Brexit = speranza, fidatevi”. Paolo Barnard


Commenti

  1. […] vento di novità che si è catapultato sul Regno Unito dopo la Brexit, sta per avvolgere l’Italia, se tutti i tasselli su cui si sta lavorando si incastrano al […]