Perle della settimana: Papa Francesco, Pegida e Casaleggio

Perle della settimana-Papa Francesco-Pegida-Casaleggio

Questo telegiornale va in onda in forma ridotta per adattarlo alle vostre capacità mentali… Daniele Luttazzi

1° classificato: Papa Francesco

“Ogni uomo è un peccatore, anche i Papi. È la misericordia che ci salva. La Chiesa non è al mondo per condannare ma per permettere l’incontro con quell’amore viscerale che è la misericordia di Dio. C’è chi va a messa ogni domenica, ma non si fa alcun problema nello sfruttare la sua posizione di potere pretendendo il pagamento di tangenti. La corruzione fa perdere il pudore che custodisce la verità, la bontà, la bellezza. Il corrotto spesso non si accorge del suo stato, proprio come chi ha l’alito pesante e non se ne rende conto. E non è facile per il corrotto uscire da questa condizione per un rimorso interiore. La corruzione non è un atto, ma una condizione, uno stato personale sociale nel quale uno si abitua a vivere, e l’identikit del corrotto è preciso: È quello che s’indigna perché gli rubano il portafoglio e si lamenta per la scarsità di sicurezza che c’è nelle strade, ma poi truffa lo Stato evadendo le tasse, e magari licenzia i suoi impiegati ogni tre mesi per evitare di assumerli a tempo indeterminato oppure sfrutta il lavoro in nero. E poi si vanta pure con gli amici per queste sue furbizie. il Signore lo salva…
Ogni volta che varco la porta di un carcere per una visita, mi viene sempre questo pensiero: perché loro e non io? Quanti di noi forse meriterebbero una condanna! E sarebbe anche giusta. Ma Lui perdona!. Come? Con la misericordia che non cancella il peccato: è solo il perdono di Dio che lo cancella, mentre la misericordia va oltre. È come il cielo: noi guardiamo il cielo, tante stelle, ma quando viene il sole al mattino, con tanta luce, le stelle non si vedono. Così è la misericordia di Dio: una grande luce di amore, di tenerezza, perché Dio perdona non con un decreto, ma con una carezza”. Dal libro “Il nome di Dio è misericordia” firmato da Papa Francesco

2° classificato: Pegida (Patrioti europei contro l’islamizzazione dell’Occidente)

“Via i profughi, cacciamoli via tutti dalla nostra Patria, sono criminali e stupratori, restituiamo la Germania ai tedeschi! Dimettiti Merkel traditrice, il popolo siamo noi! Che se ne tornino a casa, rifiutano i nostri valori di nazione, gli stupri lo confermano. Viva Orbàn e Kaczynski. Insieme siamo forti, dobbiamo creare un nuovo partito di destra nazionale, come Marine Le Pen, Orbàn e Kaczynski. Merkel, cancelliera incompetente e traditrice, certo ti paga l’Arabia Saudita per portare tanti musulmani a casa nostra, vattene a casa, elezioni e referendum, vinceremo noi patrioti!”. Michael Diendorf leader del movimento anti-islamico Pegida, Patrioti europei contro l’islamizzazione dell’Occidente (9 gennaio 2015)

3° classificato: Gianroberto Casaleggio

“La mia solidarietà a Nigel Farage, anche a me hanno allentato i bulloni dell’auto. La solidarietà è ancora maggiore quanto per due volte ho riscontrato l’allentamento dei bulloni delle ruote della mia macchina di cui mi sono accorto in tempo. E’ possibile che sia stato un dolo oppure un difetto per questo non ho sporto denuncia contro ignoti”. Gianroberto Casaleggio in un post sul blog di Beppe Grillo