Il ciarlatano del 2015: Matteo Salvini

Matteo-Salvini-ciarlatano-2015.001

Onnipresente in Tv, nei social e sui quotidiani, raramente al Parlamento Europeo, Salvini è il ciarlatano cafone e sbrigativo che sfrutta la buona fede degli italiani per ingannare e vender loro finte soluzioni.

E si perché Salvini ha una soluzione per tutto. Peccato che da 22 anni fa politica ed è buono solo a riscuotere lo stipendio pagato con i nostri soldi. La storia di scandali e miserie leghiste è lunga e abbastanza oscena. Meglio non dimenticarla. E in quegli anni Salvini era alto dirigente del partito, l’uomo più potente della Lega in Lombardia. Ecco alcune perle di ciarlataneria.

  • Salvini è in politica da 22 anni, ovvero dal 1993 ed è stato uno dei più fidati e influenti uomini al fianco di Umberto Bossi e Calderoli.
  • L’immigrazione è il vero cavallo di battaglia della Lega Nord. Senza il quale il partito si sarebbe già estinto da almeno due anni.
  • La propaganda di Salvini è convintamente cristiana. Qualcuno però spieghi a Salvini che Gesù Cristo era figlio di profughi e la sua era una famiglia di immigrati.
  • Presenzialista in Tv come probabilmente nessuno nella storia recente della politica italiana. Matteo Salvini è europarlamentare. Gli europarlamentari guadagnano circa 8mila euro netti, esclusi i vari benefit e rimborsi con i quali possono arrivare fino a 19mila euro lordi al mese. Ma quando cazzo lavora?
  • Secessionista e antimeridionalista prima e federalista poi, la Lega Nord possiamo dire che ha fallito praticamente in tutte le promesse. Oggi Salvini tra le tante cazzate vuole portare l’Italia fuori dall’Euro.
  • Sono 61 i milioni di euro, denaro pubblico, che il quotidiano della Lega Nord “La Padania” ha percepito dal gennaio 1997 allo scorso novembre.
  • Salvini spieghi dove son finiti i 30 milioni di euro delle casse di Bellerio. Salvini spieghi perchè in Tv difende il lavoro e ha licenziato 70 dipendenti, madri e padri di famiglia.
  • Salvini è il più fedele supporter in Italia di Vladimir Putin (quello dei diritti umani negati, omicidi di stato, repressione delle opposizioni, nuove leggi contro gay e lesbiche, censura, etc etc)
  • Inoltre leggi le “Dieci ragioni per non votare Salvini“.

“Quello di cui mi preoccupo è di non dire bugie” ha detto alla presentazione del suo libro “Il metodo Salvini”. Come disse Hugh Kingsmill: “Un ciarlatano rende oscuro ciò che è chiaro; un pensatore rende chiaro ciò che è oscuro“.