Odio i lunedì: Un lavoratore su tre si ammala dopo il weekend

odio-i-lunedì-mutua-lavoro

Secondo i dati dell’Osservatorio Inps quasi un lavoratore su tre si ammala proprio di lunedì (il 30,2% nel pubblico, il 27,2% nel privato).

Come da tradizione, poi, gli statali stanno più male dei loro colleghi del settore privato: 10,5 giorni di malattia in media per i primi, quasi la metà (5,67 giorni) per i secondi. Inoltre, i lavoratori con almeno un evento di malattia sono per la maggior parte maschi (56,1%) nel privato e femmine (69,0%) nella Pubblica amministrazione. Quanto alla durata della malattia la moda in entrambi i comparti è da 2 a 3 giorni.

Il periodo più critico si rivela, ovviamente, il primo trimestre: nei mesi invernali del 2014 infatti sono stati inviati in totale 5,93 milioni di certificati di malattia (fra pubblico e privato) contro i 3,02 milioni del terzo trimestre.

In generale le giornate di malattia hanno superato quota 109 milioniNel comparto privato i giorni di assenza per malattia sono stati 77.195.793, mentre in quello pubblico sono stati 31.525.329.

Con riferimento alla cittadinanza, il 7,5% dei lavoratori del settore privato interessati da almeno un evento di malattia sono extracomunitari (302.436 lavoratori).

La distribuzione territoriale non riserva particolari sorprese: nel privato la maggior parte dei giorni di malattia si concentra in Lombardia (21%), seguita dal Lazio (11,6%), mentre nella Pubblica amministrazione al primo posto c’è ovviamente il Lazio con il 14,4% dei certificati.