Le coop di Buzzi han pagato tutti

contanti

Ci sono i 5.000 euro per la cena di finanziamento di Matteo Renzi (alla quale hanno partecipato cinque degli indagati di Mafia Capitale); ma anche i 33.500 euro per la Fondazione Nuova Italia, presieduta da Gianni Alemanno, che il Ros mette in relazione con “l’interessamento” dell’ex sindaco di Roma a sbloccare i crediti di Eur Spa verso le coop di Salvatore Buzzi.

Coop BuzziC’è tutto questo nella lista dei bonifici emessi dalle coop vicine al “rosso”. Oltre la cena di finanziamento del premier, la “29 Giugno” bonifica il 23 ottobre 2014 altri 5.000 euro per la Leopolda 5. Finanziata anche la campagna del sindaco Ignazio Marino: 20 mila euro il 20 maggio 2013, altri 10.000 solo quattro giorni prima.

Non manca il finanziamento per la corsa elettorale dell’ex vicesindaco, Luigi Nieri, (5.000). Diecimila euro vengono bonificati a luglio 2013 per la “cena Marino-Zingaretti”. Al comitato del governatore della Regione Lazio, vanno altri 5 mila euro a dicembre 2012. Altri 5.000 euro, invece, vanno il 7 luglio 2014 al movimento politico Forza Italia. Non sono mancati finanziamenti per la campagna elettorale di Alemanno (25 mila euro nel 2013), e la Fondazione Nuova Italia che dal 2012 al ’14 riceve circa 113 mila euro. Di questi, 33.500 euro arrivano da Formula Sociale con un’assegno del 30 dicembre 2011. Il Ros lo mette in relazione con lo sblocco dei pagamenti di Eur spa: il 5 gennaio 2012, l’Eur spa paga i debiti a Formula Sociale.

È Panzironi che lo dice ai pm: “Fu Alemanno a dirmi che Buzzi si era impegnato a versare 40 mila euro alla Fondazione dopo l’interessamento del sindaco”. Ma nella lista di bonifici c’è un contributo di 4 mila euro nel 2013 “per l’evento Ferite a Morte di Serena Dandini”.

(Fonte: Fatto Quotidiano del 16 settembre 2015)