Lo storytelling da pirla

Matteo-Renzi-storytelling

In Vino Veritas…..

“La prima misura economica da adottare? Cambiare lo storytelling dell’Italia” ha dichiarato Matteo Renzi il 2 giugno 2014 al Festival dell’Economia di Trento. Il problema è che Renzi racconta un Paese che non esiste.
Che la narrazione o lo storytelling, come lo chiama Matteo Renzi sia importante è noto. E però è noto anche che bisogna saperla fare. Renzi aveva promesso di cambiare l’Italia in cento giorni al ritmo di una riforma al mese. Come giustificare il fatto che le promesse non sono mantenute senza però perdere la fiducia agli occhi degli elettori?
Se il cielo è nuvoloso con qualche sprazzo d’azzurro, potrai anche dire che tornerà il sole, e che nel caso sarà merito tuo. Se invece consigli la gente di mettere il costume, le infradito e il doposole e di correre al mare mentre diluvia e tira vento, la tua narrazione non solo è truffaldina, ma ti fa fare un po’ la figura del pirla.
Non puoi raccontarmi qualcosa e poi scomparire. Il racconto ti costringe a mantenere una tua promessa, altrimenti….
Perché della narrazione e dello storytelling renzista bisogna tenere a mente anche questo.

Cin Cin