San Fabrizio Corona da Opera

Fabrizio-corona-Santo

Fabrizio Corona, condannato a 13 anni e due mesi di carcere per vari reati, dopo 3 anni e due mesi esce e viene affidato alla comunità Exodus di don Antonio Mazzi.

Ricordiamo che Corona non è andato in galera per 4 foto, i suoi reati non sono di poco conto dal momento che si tratta di estorsioni, ricettazione e spendita di carta moneta falsificata, reati fallimentari, evasioni fiscali e recenti denunce per truffa. Cerchiamo di fare ordine.

Il primo arresto di Corona risale al 12 marzo 2007. L’inchiesta è quella di Vallettopoli, con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata all’estorsione, nell’ambito dell’inchiesta potentina denominata Vallettopoli e poi condannato. È stato in prigione 77 giorni, dove gli è stato contestata un tentativo di corruzione nei confronti di una guardia carceraria. Nel 2010 Corona sarà prosciolto. Prosciolto anche per altri casi come quello del 2007 riguardante Francesco Totti e nel 2008 per la presunta estorsione al calciatore David Trezeguet.

Il 2 gennaio 2008 è stato denunciato dalla Polizia Stradale di Varese per guida senza patente. Alla guida di un fuoristrada Hummer, Corona avrebbe esibito un passaporto sostenendo di aver dimenticato la patente a casa, mentendo.

Il 19 gennaio 2008 è stato nuovamente fermato per guida senza patente e ogni volta lui esibisce, non si sa perché il passaporto.

Il 3 marzo 2008 è stato fermato dalla Polizia Stradale di Orvieto assieme ad alcuni amici dopo aver tentato di pagare in un autogrill usando banconote false, bloccati dagli agenti lungo l’autostrada, tentano di disfarsi di alcune banconote poi risultate false. Durante una perquisizione nella sua casa milanese sono state rinvenute altre banconote false e una pistola di piccolo calibro.

Il 2 aprile 2009 è stato fermato dalla Benemerita e da un vigile mentre a bordo della sua Bentley imboccava la corsia preferenziale contromano.

Nel 2009 arriva la condanna a tre anni e otto mesi di reclusione per aver chiesto soldi a Adriano, Coco e Melandri per la mancata pubblicazione di alcune foto imbarazzanti.

Nel 2010 la condanna a 1 anno e 8 mesi per la corruzione di un agente di polizia giudiziaria servita a introdurre una macchina fotografica a San Vittore quando nel 2007 si trovava in carcere.

Nel dicembre 2010 la condanna a 1 anno e 5 mesi per tentata estorsione ai danni dei calciatori Coco e Adriano (caso Vallettopoli).

Nel 2012 viene condannato a 3 anni e 12 mesi per bancarotta fraudolenta per il fallimento dell’agenzia Corona’s.

Nel 2013 la decisione della Cassazione: confermata la condanna a cinque anni di reclusione per estorsione aggravata e trattamento illecito di dati personali.

Inoltre ha ancora dei procedimenti in corso per diffamazione, truffa, oltraggio a magistrato e falsa testimonianza, violazione di misure cautelari e detenzione d’arma.

Corona non hanno ucciso nessuno, ma neanche ha salvato delle vite umane. Semplicemente è uno che ha violato più volte la legge. L’italiano è sempre miope e ignora scioccamente quante e quali conseguenze possano avere nella nostra società i reati commessi da individui come Fabrizio Corona “Il Santo”. “Sono felice e giuro che in carcere non ci tornerò più”, ha gridato, lasciando la casa di reclusione….Scommettiamo che Corona non perdona? Comunque sia in bocca al lupo San Fabrizio.

Una foto pubblicata da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal) in data: