Le Perle della settimana: Napolitano, Renzi e Farage

Perle-della-settimana--Napolitano-Renzi-Farage

La stupidità ha fatto progressi enormi. È un sole che non si può più guardare fissamente. Grazie ai mezzi di comunicazione, non è più nemmeno la stessa, si nutre di altri miti, si vende moltissimo, ha ridicolizzato il buon senso, spande il terrore intorno a sé….Ennio Flaiano

1° classificato: Giorgio Napolitano

“La critica della politica e dei partiti, preziosa e feconda nel suo rigore, purchè non priva di obiettività, senso della misura e capacità di distinguere, è degenerata in antipolitica, cioè in patologia eversiva. A questa antipolitica eversiva bisogna reagire con “urgenza” denunciandone le faziosità, i luoghi comuni, le distorsioni e impegnandoci su scala ben più ampia non solo nelle riforme necessarie ma anche a riavvicinare i giovani alla politica… Il colpire impunemente il funzionamento degli istituti principali della democrazia rappresentativa è tipico della patologia dell’antipolitica… In italia esistono, magari al di fuori di ogni etichettatura di sinistra o di destra, gruppi politici o movimenti poco propensi a comportamenti pienamente pacifici. Esiste un rischio nel nostro paese di focolai di violenza destabilizzante, eversiva, che non possiamo sottovalutare, evitando allo stesso tempo l’errore di assimilare a quel rischio tutte le pulsioni di malessere sociale, di senso dell’ingiustizia, di rivolta morale, di ansia di cambiamento con cui le forze politiche e di governo in Italia debbono fare i conti. I fatti di Roma hanno segnato un grave decadimento della politica, contribuendo in modo decisivo a un più generale degrado dei comportamenti sociali, a una più diffusa perdita dei valori che nell’Italia repubblicana erano stati condivisi e operanti per decenni… Non deve mai apparire dubbia la volontà di prevenire e colpire infiltrazioni criminali e pratiche corruttive nella vita politica e amministrativa per recuperare quella moralità di chi fa politica che poggia sull’adesione profonda, non superficiale, a valori e fini alla cui affermazione concorre col pensiero e con l’azione. Altrimenti l’esercizio di funzioni politiche può franare nella routine burocratica, nel carrierismo personale, nella ricerca di soluzioni spicciole per i problemi della comunità, se non nella più miserevole compravendita di favori, nella scia di veri e propri circoli di torbido affarismo e sistematica corruzione”. Giorgio Napolitano all’Accademia dei Lincei (10 dicembre 2014)
L’appello straziante di Napolitano…. viva l’antipolitica

2° classificato: Matteo Renzi

“Si sappia che da questa parte del tavolo c’è gente che non si darà tregua finché ogni angolo d’Italia non sarà analizzato, eviscerato sui fenomeni corruttivi. A nome del Governo rivolgo un grande appello affinchè i processi si facciano e le sentenze arrivino il più velocemente possibile. Siamo disponibili a mettere la fiducia se sarà necessario. Diciamo ai magistrati che è fondamentale che le sentenze arrivino il prima possibile, perché altrimenti c’è indigniazione momentanea ma poi non c’è chiarezza sui colpevoli.La confisca riguarderà anche gli eredi. Se c’è chi ha rubato e ciò è confermato, gli eredi saranno corresponsabili nel senso patrimoniale del termine. Noi pensiamo che la corruzione non si combatta semplicemente con le norme, pensiamo sia una grande questione educativa e culturale, una grande sfida per il nostro Paese. Per chi ha commesso il reato in passato vige il principio giuridico del “favor rei”, come sanzionato dalla Carta costituzionale. Nel momento in cui il testo diverrà legge, mi auguro nel tempo più breve. Siamo persone che vanno a testa più che alta su questi temi. Però pensiamo che bisogna fare di più sulle norme, perché siccome ci sono occasioni di patteggiamento che consentono di non andare in carcere e di non pagare il giusto, è nostro dovere modificare le regole del gioco”. Matteo Renzi al termine del Cdm in cui è stato varato il ddl anti corruzione (12 dicembre 2014)
Un mondo d’amore e di annunci…

3° classificato: Nigel Farage

Le donne che allattano i propri figli non dovrebbero ostentarlo pubblicamente, ma sedersi in un angolo o in qualsiasi altro modo”.  (06 Dicembre 2014)
“L’immigrazione senza controllo nel Regno Unito è anche la causa del traffico. La M4 (autostrada) non è più percorribile come un tempo. Mi sono servite sei ore e 15 minuti per arrivare, contro le previste 3-4 ore”. Nigel Farage leader Ukip (09 Dicembre 2014)
Niente latte meglio whisky