Il corrotto del giorno: La Mafia Capitale

#mafiacapitale-alemanno-Roma-Mafia

Il quadro che emerge dall’operazione del Ros e della procura “Mondo di mezzo” è scioccante ma non sorprendenti per chi conosce la politica. Parliamo di una cupola nera che avrebbe gestito gli affari a Roma per anni, pilotando appalti in accordo con i clan del litorale, con boss vicini alla camorra, politici e burocrati.

Trentasette arrestati e cento indagati con accuse che vanno da l’associazione di tipo mafioso, all’estorsione e all’usura, fino al riciclaggio. Tra questi anche Gianni Alemanno, l’ex sindaco di Roma, la cui casa è stata perquisita ieri. Alemanno è accusato di associazione a delinquere. Scrive il Gip Costantini nell’ordinanza che esistono “conversazioni telefoniche o ambientali, nelle quali si fa esplicito riferimento a erogazioni di utilità verso Alemanno”. Dal 2008 al 2013 la fondazione Nuova Italia dell’ex sindaco Gianni Alemanno avrebbe ricevuto dall’associazione 40 mila euro, secondo la ricostruzione degli inquirenti.

Riferiscono i carabinieri del Ros, “un sodalizio mafioso da anni radicato nella Capitale e facente capo a Massimo Carminati, con diffuse infiltrazioni nel tessuto imprenditoriale, politico e istituzionale”. Un sodalizio che, “avvalendosi dello storico legame con esponenti dell’estrema destra romana, alcuni dei quali diventati esponenti politici o manager pubblici, è gradualmente diventato un’organizzazione di tipo evoluto, gerarchica e segreta, basata sul metodo mafioso e creatrice di un documentato ramificato sistema corruttivo finalizzato a ottenere l’assegnazione di appalti e finanziamenti pubblici dal Comune di Roma e dalle aziende municipalizzate, con interessi anche nella gestione dei centri di accoglienza degli immigrati.

In totale, in tutta Roma e nell’hinterland, agli arrestati sono stati sequestrati dal nucleo della polizia tributaria della Finanza beni per 204 milioni. Oltre a quote societarie di importanti aziende inserite negli appalti capitolini, sono stati sequestrati bar, ristoranti, pizzerie e locali della capitale. E poi decine di appartamenti a Roma e in provincia, auto, moto e terreni.

È la teoria del mondo di mezzo compà…ci stanno… come si dice… i vivi sopra e i morti sotto e noi stiamo nel mezzo… e allora… e allora vuol dire Ci sta un mondo…”, dice Carminati in una conversazione del gennaio 2013 con Riccardo Brugia e Cristiano Guarnera “un mondo in mezzo in cui tutti si incontrano e dici cazzo come è possibile …che ne so che un domani io posso stare a cena con Berlusconi… cazzo è impossibile…capito come idea?… il mondo di mezzo è quello invece dove tutto si incontra… le persone di un certo tipo… di qualunque cosa… si incontrano tutti là… tu stai lì… ma non per una questione di ceto… per una questione di merito, no? …allora nel mezzo, anche la persona che sta nel sovramondo ha interesse che qualcuno del sottomondo gli faccia delle cose che non le può fare nessuno… e tutto si mischia”. “Chi sta nel sotto sotto” interviene Guarnera “sotto, semo tutti uguali sotto, sotto, sotto…”. “Sono cose che la gente non sa, non capisce…”, risponde Carminati.

Ecco l’elenco degli arrestati e degli indagati:

In carcere

1. BRACCI Raffaele, nato Roma il 24.2.1975, per usura;

2. BRUGIA Riccardo, nato a Roma il 06.11.1961, per associazione di tipo mafioso ed estorsione aggravata;

3. BUGITTI Emanuela, nata ad Udine il 22.11.1953, per turbativa d’asta e corruzione aggravata;

4. BUZZI Salvatore, nato a Roma il 15.11.1955, per associazione di tipo mafioso, corruzione aggravata, turbativa d’asta, trasferimento fraudolento di valori e rivelazione di segreto d’ufficio;

5. CALDARELLI Claudio, nato a Roma il 22.01.1951, per associazione di tipo mafioso e corruzione aggravata;

6. CALVIO Matteo, nato a Roma il 01.09.1967, per associazione di tipo mafioso ed estorsione aggravata;

7. CARMINATI Massimo, nato a Milano il 31.5.1958, per associazione di tipo mafioso, estorsione aggravata, trasferimento fraudolento di valori, corruzione, turbativa d’asta, false fatturazioni;

8. CERRITO Nadia, nata a Roma l’11.09.1965, per associazione di tipo mafioso e corruzione aggravata;

9. CHIARAVALLE Pierina, nata ad Avezzano (AQ) il 21.10.1984, per corruzione aggravata;

10. COLTELLACCI Sandro, nato a Monterotondo (RM) il 09.07.1964, per corruzione aggravata;

11. DE CARLO Giovanni, nato a Roma il 17.3.197*, per trasferimento fraudolento di valori e favoreggiamento;

12. DI NINNO Paolo, nato a Roma il 6.09.1962, per associazione di tipo mafioso, corruzione aggravata, turbativa d’asta e trasferimento fraudolento di valori;

13. FISCON Giovanni, nato a Roma il 29.1.1957, per corruzione aggravata e turbativa d’asta;

14. GAGLIANONE Agostino, nato a Sacrofano (RM) il 29.07.1958, per associazione di tipo mafioso, trasferimento fraudolento di valori e false fatturazioni;

15. GAMMUTO Emilio, nato ad Acri (CS) il 10.04.1954, per corruzione aggravata;

16. GARRONE Alessandra, nata a Roma il 22.07.1974, per associazione di tipo mafioso, corruzione aggravata, turbativa d’asta;

17. GAUDENZI Fabio, nato a Roma il 03.03.1972, per associazione di tipo mafioso, trasferimento fraudolento di valori e usura;

18. GUARANY Carlo Maria, nato a Cutro (KR) il 19.09.1959, per associazione di tipo mafioso e turbativa d’asta;

19. GUARNERA Cristiano, nato a Roma il 16.12.1973, per associazione di tipo mafioso e turbativa d’asta;

20. IETTO Giuseppe, nato a Roma il 29.03.1958, per associazione di tipo mafioso;

21. LACOPO Giovanni, nato a Gerace (RC) il 24.06.1940, per estorsione aggravata;

22. LACOPO Roberto, nato a Roma il 08.06.1965, per associazione di tipo mafioso e estorsione aggravata;

23. MANCINI Riccardo, nato a Roma il 16.11.1958, per associazione di tipo mafioso;

24. MOGLIANI Giuseppe, nato il 18.9.1952 a Campagnano di Roma (RM), per false fatturazioni e riciclaggio;

25. ODEVAINE Luca, nato a Roma il 25.10.1956 per corruzione aggravata;

26. PANZIRONI Franco, nato a Roma il 11.07.1948 per associazione di tipo mafioso, corruzione aggravata e turbativa d’asta;

27. PUCCI Carlo, nato a Roma il 24.07.1961 per associazione di tipo mafioso e corruzione aggravata;

28. TESTA Fabrizio Franco, nato a Roma il 27.12.1965, per associazione di tipo mafioso;

29. TURELLA Claudio, nato a Roma il 28.11.1951 per corruzione aggravata, turbativa d’asta e rivelazione segreto d’ufficio.

Ai domiciliari

1. CALISTRI Rossana nata a Montecatini (PT) il 10.8.1957, per turbativa d’asta e rivelazione di segreto d’ufficio;

2. CANCELLI Franco, nato a Roma il 13.03.1954, per turbativa d’asta;

3. CARACUZZI Patrizia, nata a Roma l’11.10.1962, per corruzione aggravata;

4. LUCCI Raniero, nato a Roma il 1.12.1967, per turbativa d’asta e corruzione aggravata;

5. MENICHELLI Sergio, nato a Sant’Oreste (RM) il 5.11.1948, per turbativa d’asta e corruzione aggravata;

6. PLACIDI Marco, nato a Sant’Oreste (RM) il 5.1.1955, per turbativa d’asta e corruzione aggravata;

7. SALVATORI Emanuela, nata a Roma il 18.7.1957, per corruzione aggravata;

8. SCHINA Mario, nato a Roma il 30.06.1954, per corruzione aggravata.

Avvisi di garanzia e perquisizioni

1. ALEMANNO Giovanni, nato a Bari il 3.3.1950, per associazione di tipo mafioso e corruzione aggravata;

2. ALIBRANDI Lorenzo, nato a Roma il 29.4.1965, per associazione di tipo mafioso;

3. ANDRINI Stefano, nato a Roma il 27.02.1970, per associazione di tipo mafioso;

4. ANELLI Giovanna, nata a Pavia il 23.10.1957, per corruzione aggravata e turbativa d’asta;

5. BARUCHELLO Gianmario, nato a Nocera Umbra (PG) il 15.02.1947, per corruzione aggravata, turbativa d’asta e illecito finanziamento;

6. BERTI Giuseppe, nato a Latina il 03.06.1965, per associazione di tipo mafioso;

7. BOTTI Angelo, nato a Roma il 02.10.1970, per corruzione aggravata, turbativa d’asta e illecito finanziamento;

8. BRAVO Stefano, nato a Roma il 26.12.1960, per ricettazione;

9. CACCIOTTI Alessandro, nato a Roma il 14.9.1968, per trasferimento fraudolento di valori;

10. CLEMENZI Marco, nato a Latina il 22.09.1968, per false fatturazioni;

11. COMMISSARI Marco, nato a Narni (TR) il 28.02.1964, per turbativa d’asta, corruzione aggravata e illecito finanziamento;

12. CORATTI Mirko, nato a Roma il 20.06.1973, per corruzione aggravata e illecito finanziamento;

13. CURTI Michelangelo, nato a Frosinone il 9.6.1973, per associazione di tipo mafioso;

14. DELL’ANNO Pierpaolo, nato a Roma il 22.7.1964, per associazione di tipo mafioso;

15. DE PASCALI Giampaolo Cosimo, nato a Muro Leccese (LE) il 13.02.1974 per corruzione aggravata;

16. DE VINCENTI Francesco, nato a Roma il 24.2.1974 per trasferimento fraudolento di valori;

17. DE VINCENTI Lorenzo, nato a Roma il 10.6.1982, per trasferimento fraudolento di valori;

18. DI CESARE Serena, nata a Roma il 12.9.1983, per trasferimento fraudolento di valori;

19. ESPOSITO Antonio, nato a Roma il 1°.02.1965, per frode fiscale;

20. FIGURELLI Franco, nato a Roma il 7.1.1956, per corruzione aggravata e illecito finanziamento;

21. FORLENZA Salvatore, nato a Potenza il 02.11.1954 per turbativa d’asta;

22. GRAMAZIO Luca, nato a Roma il 22.12.1980 per associazione di tipo mafioso, corruzione aggravata e illecito finanziamento;

23. IANNILLI Marco, nato a Roma il 21.9.1960, per trasferimento fraudolento di valori

24. LAUSI Luigi, nato a Roma il 18.05.1966, per associazione di tipo mafioso;

25. LETO Domenico, nato a Catanzaro il 13.8.1978, per associazione di tipo mafioso

26. LIMITI Emiliano, nato a Roma il 14.04.1976, per associazione di tipo mafioso;

27. LUCARELLI Antonio, nato a Roma il 04.05.1965, per associazione di tipo mafioso;

28. LUZZI Tommaso, nato a Roma il 1.1.1950, per associazione di tipo mafioso;

29. MASTROPAOLO Giancarlo, nato a Tivoli (RM) il 22.04.1956, per false fatturazioni;

30. MOKBEL Gennaro, nato a Roma il 13.09.1960, per estorsione;

31. OZZIMO Daniele, nato a Roma il 15.06.1972, per corruzione aggravata;

32. PATANE’ Eugenio, nato a Roma il 19.09.1972, per turbativa d’asta e illecito finanziamento;

33. POLITANO Italo Walter, nato a Conflenti (CZ) il 24.03.1953, per associazione di tipo mafioso;

34. QUARZO Giovanni, nato a Roma il 02.11.1971, per associazione di tipo mafioso;

35. RUSSO Fabio, nato a Roma il 29.4.1978, per trasferimento fraudolento di valori;

36. SCOZZAFAVA Angelo, nato a Roma il 10.06.1967, per associazione di tipo mafioso e corruzione aggravata;

37. STEFONI Fabio, nato a Roma il 31.08.1960, per corruzione aggravata e illecito finanziamento;

38. TANCREDI Fabio, nato a Roma il 2.12.1961 per associazione di tipo mafioso e corruzione aggravata;

39. TINOZZI Giovanni, nato a Rieti il 26.02.1959 per corruzione aggravata.

Gianni Alemanno ha diffuso un comunicato in cui dice: “Chi mi conosce sa bene che organizzazioni mafiose e criminali di ogni genere io le ho sempre combattute a viso aperto e senza indulgenza. Dimostrerò la mia totale estraneità ad ogni addebito e da questa incredibile vicenda uscirò a testa alta”. Sono sicuro che il lavoro della magistratura, dopo queste fasi iniziali, si concluderà con un pieno proscioglimento nei miei confronti”.

Il mondo di mezzo non ha confini, non è la destra, non è Roma: è l’Italia. Più che un mondo di mezzo è un mondo di merda, un’Italia di merda, un paese marcio dalla testa ai piedi. Buona mazzetta a tutti, e andiamo avanti!

CENA2010


Commenti

  1. […] corrotta del mondo, con otto punti pare irraggiungibile per noi. Ma chissà che lo scandalo della Mafia Capitale e qualche altro caso da qui a fine anno, non ci facciano arrivare al top, al massimo: Essere […]

  2. Con i Rom si fanno più soldi che con la droga | Mondo alla Rovescia