L’Ebola-Patacca di Grillo

Grillo-Movimento-5-Stelle-allarme-ebola-immigrazione

Prima le palle sulla Tbc, ora la paura del contagio di Ebola in Europa (improbabile, come si sono prodigati varie volte a spiegare gli esperti), con foto a corredare il post (ora furbescamente rimossa) che mostra il cadavere di un uomo di colore con il corpo dilaniato dalle ferite. Peccato che la foto, giusto per impressionare un po’, sia stata scattata 40 anni fa a un uomo che non è stato ucciso dall’Ebola. L’immagine è degli anni 70, fu diffusa dal governo della Rhodesia e si tratta di un civile morto per mano del terrorismo. Lo stesso terrorismo psicologico della paura che sta colpendo Grillo e il Movimento 5 Stelle. Bravo Grillo avanti così, i prossimi post falli sull’allarme malaria e vaiolo delle scimmie.

Inoltre per completare l’opera Grillo nel post afferma che “basta una stretta di mano o un bacio sulla guancia per contrarre il virus Ebola“. Contro simili cazzate si sono già espressi Medici Senza Frontiere e numerosi esperti in campo sanitario, ma lui insiste imperterrito. Non si trattiene, forse gli conviene. Balle del genere non devono passare inosservate, fanno parte di una precisa strategia di comunicazione: diffondere l’allarme, la paura per cavalcare l’onda xenofoba e intollerante. Per qualche sporco voto in più.

Grillo ci sei o ci fai? Allarmismi e paure non servo a risolvere i problemi, ma forse sono utili per vincere le elezioni. Il Movimento 5 Stelle dovrebbe essere “Oltre” a queste cazzate. Ma Ebola o non Ebola questo è il Grilloma.